Menu
A+ A A-

Ottimizzazione SEO e posizionamento di un sito web

  • Pubblicato: Lunedì, 23 Gennaio 2017 10:35
  • 20 Gen

L’ottimizzazione di un sito web può avvenire in vari modi ed in vari tempi, ed è un qualcosa sempre in divenire.
E quindi come si fa a sapere cosa fare, quando farlo, che effetto ha avuto sul posizionamento di un sito web? Innanzitutto si deve partire da un’analisi di base, che comprenda i fattori che principalmente influiscono sul ranking.

Principali fattori di ranking (posizionamento sui motori di ricerca) individuati e presentati da MOZ

Backlink, domini, pagine linkanti e autorevolezza: resta un fattore SEO offsite molto importante, relativo alla quantità e alla qualità di link in entrata da domini unici che abbiano una buona autorevolezza e rilevanza, e da pagine che siano altrettanto autorevoli e rilevanti.

Contenuti ottimizzati ed interessanti: fattore SEO onsite fondamentale, relativo alla presenza di buoni contenuti nel sito web, ottimizzati, con la presenza della parola chiave principale e delle sue varianti nel title, nel titolo e negli elementi chiave.

Mobile friendly, ossia siti e pagine responsive: tutte le risorse web devono essere facilmente e agevolmente consultabili da ogni dispositivo, sia esso un PC, un tablet o uno smartphone, indipendentemente dal tipo di utenti che si presume di avere.

Lunghezza e leggibilità dei contenuti: altro fattore SEO onsite importante, relativo alla lunghezza dei contenuti, che devono essere esaurienti e completi, e alla loro leggibilità grazie a formattazione e dati strutturati (markup) e alla velocità di caricamento.

HTTPS: fattore SEO onsite ancora discusso, importantissimo nei portali in cui c’è diretta interazione con i dati dell’utente, come aree di login o e-commerce, dato che garantisce una maggiore sicurezza.

Percentuale di clic nelle pagine di risposta dei motori di ricerca: fattore SEO offiste, che corrisponde al rapporto tra quante volte le nostre risorse sono comparse nelle SERP e quante volte sono state cliccate. Più vengono cliccate, più meritano un buon posizionamento, e l’invito al clic dipende principalmente da title e description.
Citazione del brand e del nome a dominio: altro fattore SEO offsite corrispondente al numero e alla qualità di citazioni del nostro brand e del nostro nome a dominio in spazi rilevanti, tra news e domini con elevata autorevolezza.

Nome del dominio e parola chiave: fattore SEO onsite, relativo alla presenza della parola chiave nel nome a dominio, non più come una volta come “corrispondenza esatta” ma come presenza... potenzialmente anche in URL, e quindi ottimizzazione URL friendly.

Segnali Sociali: fattore SEO offsite importante, ancora in fase di studio ed analisi, che correla le citazioni e le condivisioni sui social network principali con gli effetti del posizionamento nei risultati dei motori di ricerca delle risorse del dominio web.

Fattori negativi e penalizzanti per la SEO

Oltre ai fattori che favoriscono un buon posizionamento, ci sono i fattori che possono ostacolarlo o danneggiarlo.

Backlink artificiali e innaturali: sono i link in ingresso al sito creati in modo innaturale ed artificiale, senza curare la scelta dei domini su cui vengono posizionati, la scelta del contenuti da cui partono, l’autorevolezza e la rilevanza.

Duplicazione delle pagine: siti con pagine duplicate non servono a niente se non a creare confusione... una stessa pagina raggiungibile con più di una URL rappresenta una pagina duplicata, a meno che non venga adeguatamente gestita.

Contenuti scarsi e non rilevanti: se non abbiamo niente da raccontare, il nostro sito risulterà di scarso interesse e di scarsa utilità, per cui non avrebbe senso posizionarne i contenuti.

Troppi link interni o esterni sovraottimizzati: il troppo stroppia, ci vuole la giusta misura in tutto, perchè ottimizzare non vuol dire eccedere con link, ancoraggi, parole chiave, e altri fattori che rischiano di avere l’effetto opposto. 

Non mobile friendly: è un fattore penalizzante, o meglio, chi avrà il sito ben visualizzabile da ogni dispositivo ci scavalcherà.

Keyword stuffing: un eccessivo uso della stessa parola chiave in una pagina risulta stucchevole per chi legge o penalizzante per il posizionamento.

Link verso siti spam: come abbiamo visto prima, ottenere link da siti autorevole è un bene, ottenerli da sito spam o non autorevoli fa male... e lo stesso vale per i link da nostro sito a siti spam o non autorevoli, che ci danneggiano.

Pagine che non soddisfano le esigenze dell’utente: i contenuti devono essere buoni, ben scritti, non copiati, coerenti, adeguatamente lunghi e ben leggibili, altrimenti non saranno apprezzati dagli utenti e dai motori di ricerca.

Pagine pesanti e lente: anche la velocità di caricamente incide su un buon posizionamento, e serve quindi un compromesso tra estetica e tecnica... oltre ad un’attenta scelta del giusto hosting in fase di registrazione del dominio e della scelta del fornitore cui affidarsi.

Pagine non usabili: pagine ben scritte, ma non usabili, risultano pagine inutili e quindi non meritevoli di un buon posizionamento.

Troppa pubblicità: non è apprezzata dagli utenti e men che meno dai motori di ricerca, per cui se deve esserci qualche banner è bene scegliere con cura dove posizionarlo, sia nel layout che nel contesto del contenuto.

Numero di pagine che hanno subito un disavow: se le nostre pagine hanno molti link verso altri siti, ma questi siti non apprezzano i nostri link e segnalano la cosa con dei disavow, per Google le nostre risorse sono da penalizzare.

Duplicazione di title e meta description: sono gli elementi visibili nelle SERP, oltre che fondamentali per avere dei buoni CTR (rapporto tra impression e clic) sono fondamentali per dire a Google di cosa parlano le nostre pagine... se sono uguali o replicate, significa che anche i contenuti lo sono?

E visti tutti questi fattori, diventa più facile capire perché “l’ottimizzazione di un sito web può avvenire in vari modi ed in vari tempi”: prima di tutto va fatta un’attenta analisi della situazione, e in base a quella vanno individuati i punti di forza e le criticità, e va quindi predisposto un piano di azioni mirate al miglioramento dei fattori SEO onsite e SEO offsite, caso per caso.

Hai già il tuo sito internet?
Qual'è la sua indicizzazione? il suo trust? la sua popolarità?

sviluppo siti web
Sviluppo Siti Web

Avere un sito web è fondamentale, e per raggiungere gli obiettivi desiderati serve un sito con una valida progettazione ed uno sviluppo che ne garantiscano grafica piacevole, usabilità, accessibilità e contenuti creati ad hoc!

E non dimenticare la manutenzione: scopri
Domain&Care PACK
in offerta limitata!

web marketing e PPC
Web Marketing e PPC

Niente meno che piazzarsi sul mercato, ecco cosa intendo per marketing, e nello specifico piazzarsi sul web: essere su internet e tramite internet attirare i potenziali clienti e raggiungere i propri obiettivi.
Per questo il tuo sito deve essere a portata di click ogni volta che qualcuno lo cerca, con landing page specifiche, con campagne di keywords advertising...

ottimizzazione seo posizionamento
Ottimizzazione SEO

Hai già il tuo sito internet?
Qual'è la sua indicizzazione? il suo trust e la sua popolarità? ed il suo posizionamento? Essere presenti sui motori di ricerca è fondamentale, ma è altrettanto essenziale essere trovati da chi cerca il nostro brand o i nostri prodotti e servizi. Ogni business deve ottenere i migliori posizionamenti sui motori di ricerca per crescere!

social media marketing
Social Media Marketing

Entra attivamente nei Social Network! comunica con gli utenti che ti stanno cercando, condividi con loro servizi e prodotti, novità o notizie. Sfrutta le potenzialità di Facebook, Twitter,Foursquare, Pinterest,Google +, Linkedin e molti altri siti sociali.
Non essere sui Social oggi significa essere esclusi da una buona fetta di mercato.